LE RICETTE



Con tali ingredienti, utilizzati nel modo tramandatoci dalla tradizione, è possibile preparare alcune prelibatissime ricette.



  • Pasta e ceci (di Cicerale)

Le nostre “taccole” e i nostri “Tubettoni”, si sposano molto bene con i legumi, specialmente se preparate con i ceci, secondo la tradizionale ricetta cilentana: mettere a bagno i ceci la sera precedente, lessarli per circa due ore con sedano, cipolla, ed alloro e a fine cottura aggiungere olio extra-vergine e sale. Aggiungere la pasta facendola cuocere per i minuti indicati sulla confezione. A parte in una padella, soffriggere l’olio, l’aglio, il peperoncino ed i pomodori, aggiustare di sale e continuare la cottura per 5 minuti. Versare il condimento nella pasta con i ceci, mescolare e servire calda, dopo averla fatta riposare.


  • Pasta e fagioli (di Controne)

Con gli stessi formati è possibile preparare quest’altro prelibatissimo piatto. Mettere a bagno i fagioli la sera prima. Scolarli e cuocerli per circa 2 ore in acqua insieme al sedano e salare a cottura quasi ultimata. Passarli poi in una pentola, dove si è messo a soffriggere, nell’olio, l’aglio e i pomodori. Scaldare la pasta e condirli con i fagioli, versandovi un filo di olio extravergine di oliva DOP Cilento.


  • Pasta funghi e cacioricotta

Un altro suggerimento per la preparazione delle nostre paste è la “pasta con funghi e cacioricotta”, due ingredienti semplici e gustosi legati alla tradizionale cucina cilentana. In una padella soffriggete l’aglio con i funghi tagliati per una decina di minuti, preferibilmente porcini e provenienti dai monti del Parco del Cilento. Scolate la pasta al dente e versatela nella padella con i funghi. Spolverizzate con il cacioricotta e mescolate bene finché il formaggio non si sarà ben amalgamato.


  • Pasta al sugo di ragù cilentano

Molti dei nostri formati, caratteristici della tradizione campana, si prestano molto bene ad essere conditi con il “sugo di ragù cilentano”. Mettere in una pentola l’olio e soffriggere l’aglio, la cipolla e il peperoncino. Dopo pochi minuti, aggiungere i pezzi di carne di maiale o di vitello (fianchetto). Quando questa è ben rosolata, aggiungere del vino rosso e lasciare sfumare. Unire il pomodoro passato. Al primo bollore, abbassare il fuoco e far cuocere per circa 2 ore. A parte, scaldare la pasta, scolarla al dente, adagiarla in una scodella e condirla con il ragù e abbondante cacioricotta.